La recensione di Tearsmith: Un film che non va da nessuna parte

The Tearsmith Review un film che non va da nessuna parte IyoziyFvq 1 1
Direttore Alessandro Genovesi
Scrittori Eleonora Fiorini, Alessandro Genovesi
Basato su The Tearsmith di Erin Doom
Cast Caterina Ferioli, Simone Baldasseroni
Tempo di esecuzione 105 minuti
Genere Romantico
Titolo di nativo Fabbricante di lacrime

Non ci sono spoiler.

L’unico sogno di Nica è quello di essere adottata dopo che un incidente d’auto fatale l’ha lasciata orfana: tornare a far parte di una famiglia. Ma quando i Milligan la adottano, la ragazza è angosciata nell’apprendere che anche Rigel, un compagno orfano dalla personalità misteriosa, verrà adottato insieme a lei. Nonostante lei cerchi di stargli alla larga, nessuno dei due può ignorare la chimica scoppiettante che li lega.

The Tearsmith Review CiV5zo 2 4

C’è qualcosa che ci incanta negli stupidi film d’amore YA e la combinazione di fantasia rende il tutto ancora più allettante. È un piacere colpevole come nessun altro e The Tearsmith, intriso di una musica misteriosa e di un ragazzo rozzo e pieno di angoscia che parla solo con una voce bassa e pesante, è solo una ricetta per il disastro per chiunque abbia bisogno di qualcosa di leggero per risollevare il proprio umore.

Come già detto in precedenza, è un piacere colpevole come nessun altro e il film si presenta perfettamente con la strana storia d’amore tra Nica e Rigel, i dolci genitori adottivi che non hanno idea di nulla e gli amici sciocchi che sono solo… lì. È una storia vecchia come il mondo e se, come me, siete amanti dei film di questo genere, questo sarà un film divertente e scontato, perfetto per la serata.

La trama, come già detto, è quanto di più banale si possa immaginare. Una storia d’amore segreta sullo sfondo, il mistero del lacrimatore: sono tutte cose che abbiamo già visto molte volte. Il film non funziona se si vuole qualcosa di unico, ma è la storia d’amore perfetta per chi non ha visto Twilight o simili. È molto divertente, con un tocco di nostalgia, ma niente che valga la pena ricordare o rivedere. Anche i personaggi ricordano Twilight e le centinaia di altri film che sono spuntati da allora. Rigel assomiglia molto a Edward Cullen e Anna ci ricorda Bella con la sua energia impacciata e la sua attrazione confusa per Rigel.

LEGGI  La recensione di 10 Days Of A Bad Man: Un thriller misterioso che oscilla tra il complicato e l'intricato

The Tearsmith Review owbAXhu 3 5

Inoltre, non aiuta il fatto che il film vada avanti a un chilometro al minuto e che le cose continuino ad accadere a caso, senza una logica o un motivo. È solo una cosa enorme dopo l’altra. E si sa che queste cose accadono perché la trama ha bisogno che accada qualcosa, altrimenti non c’è molta storia da raccontare. Onestamente mi ha fatto venire la nostalgia. Inoltre, ci sono una tonnellata di personaggi casuali che spuntano all’improvviso dappertutto per riempire la durata del film: ti fa ridere e ti fa piangere! Persino la signora Margaret, la direttrice dell’orfanotrofio dal nome esilarante di Grave, è simile a un cattivo Disney. Niente di questo film è realistico, ma d’altra parte non è nemmeno quello che ci aspettavamo.

Caterina Ferioli e Simone Baldasseroni, nei panni di Anna e Rigel, hanno una buona chimica, anche se nessuno dei due è in grado di interpretare efficacemente il proprio ruolo. Entrambi sono piuttosto impacciati con i loro personaggi e anche tra di loro. E, alla fine, The Tearsmith ci regala un finale frettoloso, che spunta dal nulla e non va da nessuna parte, proprio come i film che abbiamo imparato ad amare e a odiare.

Recensione di Tearsmith: Pensieri finali

Questo è quel film che sembra un incidente d’auto dal quale non si riesce a distogliere lo sguardo. Lo si ama e lo si odia, ma una volta iniziato non si riesce a fermarlo. È un film che non cerca di essere nulla di superiore a ciò che abbiamo imparato ad amare e odiare delle storie d’amore YA. È ottimo per una visione una tantum se siete un’anima curiosa che ha bisogno di un tuffo nel passato. Ma a parte questo, c’è ben poco di valido in tutto ciò che questo film ha da dire.

LEGGI  Villainess Level 99 Episodio 3 Anteprima: Quando, dove e come guardarlo?

The Tearsmith è disponibile in streaming su Netflix.