Gli sviluppatori di ‘Call of Duty: Warzone’ hanno bandito mezzo milione di imbroglioni

Gli sviluppatori di Call of Duty Warzone hanno bandito mezzo BEIlXU2 1 1

Raven Software ha rivelato che i cheater di Call of Duty: Warzone bannati all’interno della sua storia sono ora ben mezzo milione di account, mostrando la scala del gioco.

Call of Duty: Warzone è uscito solo l’anno scorso, ma il gioco ha già una base di giocatori enorme. Tra questi c’erano i cheater che, secondo i dev di Raven, hanno raggiunto il numero di 500.000, con 30.000 account bannati dall’ultima ondata.

Gli sviluppatori di Warzone hanno bannato 30.000 account di recente

Warzone evoca molti imbroglioni diversi in una ricerca di uno strano senso di superiorità. Allo stesso tempo, gli sviluppatori di Warzone sono anche impegnati a ripulire il gioco dagli imbroglioni attraverso consistenti ban.

All’inizio di quest’anno, un’ondata di ban ha eliminato ben 15.000 account maligni in una sola ondata. Durante questo periodo, il numero totale di account bannati ammontava già a 475.000. L’ultima ondata mostra che hanno rimosso altri 30.000 account di recente, portandoli a 500.000.

Banditi oltre 30.000 account maligni in Call of Duty ieri… portandoci a oltre mezzo milione di account banditi in Warzone, ha detto il tweet.

Il divieto all’interno della comunità è impressionante, considerando la massiccia base di giocatori che il gioco ha ancora. Anche se il gioco è free-to-play, il livello di problemi che i giocatori sono disposti ad affrontare per creare nuovi account rende il loro numero di ban un’impresa in sé.

LEGGI  Vitality mostra vita in ESL Pro League stagione 14, eliminando Complexity nel round di 12

Raven Soft è chiaro sul suo lavoro contro gli imbrogli

Raven Software è rimasta aperta sulla loro politica anti-cheat per Call of Duty: Warzone. Sono noti per condividere le statistiche online, dato che hanno bandito sempre più giocatori quasi ogni giorno.

Gli imbroglioni non sono mai i benvenuti. Ad oggi, il nostro team di sicurezza e applicazione ha emesso più di 475.000 permaban in Call of Duty: Warzone. La grande ondata di ban di ieri è stata la nostra settima serie di ban ad alto volume da febbraio, hanno detto in un post sul blog lo scorso aprile.

Inoltre, i nostri team di sicurezza e di applicazione emettono divieti anche quotidianamente – sette giorni su sette – per singole infrazioni o recidivi. La combinazione di divieti giornalieri più le ondate di ban su larga scala sono parte integrante dei nostri sforzi.

La loro playerbase è grande quanto 100 milioni di giocatori, il che significa che la loro banlist è grande quanto lo 0,5% della loro popolazione. Certo, non sembra una goccia nell’oceano, ma questi numeri dimostrano l’impegno.

In un momento in cui gli sviluppatori hanno difficoltà a controllare i cheater, Raven Software sta facendo un lavoro da Dio in Call of Duty: Warzone. Insieme al loro lavoro nel correggere regolarmente glitch e bug, il loro lavoro contro i cheater è molto apprezzato.

Immagine in evidenza per gentile concessione di Call of Duty/Youtube Screenshot